Aspettando Sanremo

Probabilmente è il momento più atteso da milioni di italiani: un appuntamento fisso che segna l’arrivo della nuova stagione, genera argomenti di dibattito che appassionano e dividono, ci tiene per ore incollati davanti allo schermo alla ricerca di una canzone, una voce, un verso che ci accompagni per un giorno o per la vita. Il Festival di Sanremo arriva, anche quest’anno, per portare leggerezza nelle nostre case e per spostare per qualche giorno i riflettori dei mass media dalla cronaca e dalla politica. Quali saranno le conferme e le novità di questa edizione? Procediamo con ordine…

Il festival di primavera
Per la prima volta dopo decenni il Festival di Sanremo si svolge a marzo inoltrato, da 2 al 6 del mese: una scelta dettata, innanzitutto, da esigenze organizzative: tutta la manifestazione si svolgerà in osservanza delle norme in materia di sicurezza e prevenzione Covid al fine di tutelare la salute di artisti e professionisti coinvolti. Confermatissimo il duo Amadeus – Fiorello alla conduzione dopo i record di ascolti degli scorsi anni. La principale novità? Il cast.

Gli artisti in gara
Una scelta coraggiosa e controcorrente di Amadeus, direttore artistico della gara, è stata quella dei cantanti e dei gruppi selezionati per la categoria dei “big” che vede la presenza di ben dodici esordienti, molti dei quali sconosciuti al pubblico della tv generalista: Coma_Cose, La Rappresentante Di Lista, Random e Willie Peyote saranno tra le sorprese più interessanti della gara. E per chi nel festival cerca sicurezze? Oltre a Orietta Berti, che torna sul palco del festival dopo quasi trent’anni, il ruolo di “veterani” spetta a Max Gazzè, Arisa, Francesco Renga e Noemi.

La formula

Nelle prime due serate si esibiranno i big in gara, con una classifica provvisoria determinata dalla giuria demoscopica. Nella quarta serata si aggiungerà al voto demoscopico il voto di sala stampa e critica. Solo nella quinta e ultima serata entrerà in scena il televoto. Al termine delle votazioni sarà stilata la classifica finale, che sommerà le percentuali della serata finale e quelle delle serate precedenti, stabilendo la classifica definitiva dalla ventiseiesima alla quarta posizione. Per i primi tre il conteggio si azzererà prima di una nuova votazione che sommerà televoto, demoscopica e critica.

La serata dei duetti
La terza serata, denominata Canzone d’autore, prevede una gara nella gara: i big si esibiranno con la cover di un pezzo da loro scelto. Le esibizioni saranno votate dai musicisti e coristi dell’orchestra del Festival di Sanremo. Tra gli artisti cui sarà reso tributo in questa edizione ci sono Jovanotti (con 2 cover dedicate da Fulminacci e Random), Ornella Vanoni (Annalisa e Francesco Renga) e Lucio Battisti (Bugo, Coma_Cose, Ghemon).

Condividi su
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn